1° luglio 2018 Scheda Carburante si cambia! - usarcialessandria

oggi è: e sono le ore:
Vai ai contenuti

1° luglio 2018 Scheda Carburante si cambia!

Servizi > Consulenza Fiscale
20 luglio 2018

Via libera del Senato allo slittamento al 1° gennaio 2019 dell’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni a soggetti IVA di carburanti per autotrazione presso gli impianti stradali di distribuzione.
Nel corso della seduta del 18 luglio il Senato ha approvato, con 159 voti favorevoli, 51 contrari e 68 astenuti, il Disegno di Legge n. 542/2018, di conversione del D.L. n. 79/2018, che uniforma l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica a quanto previsto dalla normativa generale sull’e–fattura elettronica tra privati.
Per l’approvazione definitiva della proroga al 1° gennaio 2019 dell’entrata in vigore di tali obblighi di fatturazione elettronica bisognerà però attendere anche il via libera della Camera, che dovrà arrivare entro il 27 agosto, data entro la quale il decreto deve essere convertito in legge.
Rimane comunque in vigore l’obbligo di: effettuare il pagamento dei rifornimenti di carburanti per autotrazione con mezzi tracciabili (carte di credito, bonifici, ecc..), per poter beneficiare della detrazione IVA e delle detrazioni fiscali previste dalla normativa vigente.
USARCI prevenire è meglio che curare
1 febbraio 2018

Ecco in sintesi le modifiche che riguardano la scheda carburante che con decorrenza dal prossimo 1 luglio 2018 la legge di Bilancio 2018 viene abrogata:

  • è previsto l’obbligo di emissione della fattura elettronica per le cessioni di benzina o di gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori; questo è quanto indicato dal "comma a) del paragrafo 917" della legge di bilancio ma è logico pensare ad una dimenticanza la non menzione del GPL e del Metano per autotrazione in quanto anche questi carburanti per motori. A tale proposito si attendono chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate.
  • Gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti passivi dell’imposta sul valore aggiunto devono essere documentati con la fattura elettronica;
  • Non sono soggette all’obbligo di certificazione (ricevuta fiscale o scontrino fiscale, n.d.a.) le cessioni di beni iscritti nei pubblici registri, di carburanti e lubrificanti per autotrazione nei confronti di clienti che acquistano al di fuori dell’esercizio di impresa, arte e professione;
  • Le spese per carburante per autotrazione sono deducibili nella misura di cui al comma 1 se effettuate esclusivamente mediante carte di credito, carte di debito o carte prepagate emesse da operatori finanziari soggetti all’obbligo di comunicazione previsto dall’articolo 7, sesto comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605;

In pratica anche per gli Agenti di Commercio dal 1° luglio 2018

  • prende avvio la fatturazione elettronica obbligatoria per le fatture inerenti a cessioni di benzina o di gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori, oltre all’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi con riferimento alle cessioni di benzina o di gasolio destinati a essere utilizzati come carburante per motori;
  • viene meno l’obbligo di tenuta della scheda carburante, in quanto da tale data gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti Iva devono necessariamente risultare documentati con fattura elettronica, tenendo presente che sono stati espressamente esclusi dall’obbligo di certificazione solamente gli acquisti effettuati al di fuori dell’esercizio di impresa, arte e professione;
  • Le spese di carburante per autotrazione saranno deducibili solo se sostenute tramite carte di credito, carte di debito, bancomat o carte prepagate;

N.B. Ovviamente chi desidera pagare con le banconote potrà continuare a farlo, ma non potrà ottenere alcun tipo di beneficio fiscale.

1 febbraio 2018 - E fin qui tutto sembra chiaro (o quasi) anche se prevedo problematiche all’orizzonte che provvederò a chiarire su queste pagine appena ne avrò ricevuto chiarimenti.
Piazza Gabriele D'Annunzio 2 - 15121 ALESSANDRIA
Torna ai contenuti