ENASARCO: CONTRIBUTO PER MATERNITÀ - usarcialessandria

oggi è: e sono le ore:
Vai ai contenuti

ENASARCO: CONTRIBUTO PER MATERNITÀ

Normativa > ENASARCO Prestazioni
CONTRIBUTO PER MATERNITÀ
Anno 2018

Art. 1 – Oggetto
Nel limite massimo di spesa di € 500.000,00 al fine di assistere la donna agente per la diminuzione di reddito e l’incremento degli oneri derivanti dal completamento della gravidanza, per ogni figlio nato nell’anno 2018, l’agente donna ha diritto ad un contributo per maternità pari a euro 2.500,00. L’ importo è pari ad € 2.000,00 se trattasi del secondo figlio e a € 1.500,00 se trattasi del terzo o ulteriore. Per i parti plurimi avvenuti nell’anno 2018, saranno erogati € 1.500,00 per ogni nato.

Art. 2 - Requisiti
Per ottenere la prestazione è necessario che la richiedente sia in possesso dei requisiti di seguito riportati:
  • essere agente in attività, alla data dell’evento, con un conto previdenziale, incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, che al 31 dicembre 2017, presenti un saldo attivo non inferiore a euro 1.881,00ed una anzianità contributiva complessiva di almeno tre anni, di cui 2015, 2016, 2017 consecutivi (12 trimestri) oppure essere titolare di una pensione diretta Enasarco (2) ,
  • essere titolare di un valore ISEE non superiore ad euro 31.898,81

Art. 3 - Domande
Le richieste dovranno essere inoltrate esclusivamente on line, mediante gli istituti di patronato o previa registrazione ai servizi riservati agli iscritti disponibili sul sito della Fondazione www.enasarco.it.
Le domande presentate con modalità diverse non verranno considerate valide.

Art. 4 - Documentazione
La documentazione da inviare a corredo della domanda di cui all’art. 4 è la seguente:
  • Modello ISEE in corso di validità al momento della domanda.

Art. 5 – Decadenza del diritto
Il diritto alla prestazione decade qualora la stessa non venga richiesta entro un anno dall’evento.

ART. 6 – Integrazione documentazione
La Fondazione si riserva il diritto di richiedere la presentazione della documentazione in originale o di effettuare i controlli previsti dalla legge su situazioni, stati e requisiti autocertificati.
******************************
2 Saranno considerati pensionati di vecchiaia, anche coloro che abbiano acquisito il diritto alla pensione al 31 dicembre 2017 ed abbiano esercitato tale diritto avanzando alla Fondazione la domanda di pensione entro il termine ultimo per la presentazione delle domande di ammissione al concorso.
Saranno considerati pensionati di invalidità permanente parziale o inabilità, coloro ai quali la Fondazione abbia riconosciuto tale diritto entro il termine ultimo per la presentazione delle domande di ammissione al concorso.
Cicogna con Bambino
Piazza Gabriele D'Annunzio 2 - 15121 ALESSANDRIA
Torna ai contenuti